La Mercedes “barra otto”

Nel gennaio del 1968 si presenta al pubblico la “Nuova Generazione” della classe intermedia Mercedes-Benz. Dall'anno di presentazione deriva anche il soprannome “barra otto”, con cui il modello è conosciuto.

Informazioni

Serie

W114, W115

Periodo di produzione

1968-1973

Carrozzerie

Berlina
Coupé
Berlina otto posti
Autotelaio con carrozzeria parziale

Esemplari prodotti

1.919.056 totali, di cui
1.833.442 Berline
67.048 Coupé
9.895 Berline otto posti
8.671 Autotelai con carrozzeria parziale

Evoluzione tecnica


Asse a bracci oscillanti diagonali

Evoluzione tecnica


Asse a bracci oscillanti diagonali

Di questi nuovi modelli, la caratteristica costruttiva che più salta agli occhi è il cosiddetto “asse a bracci oscillanti diagonali”. È la prima volta che una Mercedes-Benz di serie dispone di un asse posteriore a bracci obliqui. L'accurato lavoro dei progettisti produce un netto miglioramento del comportamento su strada, senza penalizzare il comfort di marcia.

Vista dall'alto del semiasse di una Mercedes-Benz “barra otto”.

Parte inferiore della Mercedes-Benz Berlina “barra otto” Tipo 200 – 250, 1967-1973.

Panoramica dei modelli


Sei modelli per la gamma originaria

Panoramica dei modelli


Sei modelli per la gamma originaria

La gamma originaria spaziava dalla 200 D, con motore diesel a quattro cilindri e 55 CV, alla versione top, la 250 con motore a carburazione a sei cilindri da 130 CV. Tra queste due si collocavano i modelli 220 e 230.

Il modello di punta, la Mercedes-Benz Tipo 250, e i suoi successori 280 e 280E erano gli unici a disporre di un doppio paraurti anteriore. Questa caratteristica distingueva anche esteticamente le sei cilindri della Serie W114 dagli altri modelli.

Vista laterale di una Mercedes-Benz Tipo E 200 Serie W115.

Mercedes-Benz Tipo E 200 Serie W115

Vista laterale di una Mercedes-Benz Tipo 250 Berlina.

Mercedes-Benz Tipo 250 Berlina

Evoluzione successiva e carrozzerie


Esterni

Evoluzione successiva e carrozzerie


Esterni

Già nel novembre del 1968 arrivano a completare la gamma i modelli Coupé 250 C e 250 CE. Si tratta di una novità assoluta, perché prima non esisteva una versione coupé di categoria intermedia.

La berlina “barra otto”, presentata nel dicembre del 1968, rivela un carattere ancora più esclusivo e dispone di un passo allungato di 650 mm e tre file di sedili. Vengono prodotte quasi 10.000 berline, utilizzate soprattutto da compagnie di taxi, tour operator, compagnie aeree, consolati e autorità. La percentuale di modelli “barra otto” con motore diesel raggiunge livelli piuttosto alti, arrivando quasi al 78%.

Come da tradizione, berlina e berlina lunga sono ancora una volta disponibili anche in versione autotelaio con carrozzeria parziale e vengono trasformate in autoambulanze, veicoli multiuso o altre versioni speciali da allestitori nazionali ed esteri.

Nell'aprile del 1972, la gamma di berline è completata dai modelli 280 e 280 E. Entrambi montavano un motore a sei cilindri di nuova progettazione, che erogava 160 CV nella versione a carburazione e 185 CV nella configurazione a iniezione. I nuovi modelli di punta si riconoscevano anche senza leggere la targhetta: oltre al doppio paraurti anteriore, già utilizzato per la 250, erano le uniche berline di quella serie ad avere un paraurti posteriore che arrivava fino ai passaruota e due terminali di scarico.

Vista laterale di un Coupé

Mercedes-Benz Coupé

Vista laterale di Mercedes-Benz Tipo 280 C, 280 CE.

Mercedes-Benz 280 C, 280 CE, del 1972

Vista anteriore di una Mercedes-Benz Tipo 220 D, 230 D.

Mercedes-Benz Tipo 220 D lunga o 230 lunga, 1968

Vista laterale di una Mercedes-Benz 220 D lunga.

Mercedes-Benz Tipo 220 D lunga o 230 D lunga, 1968

Vista laterale di una Mercedes-Benz Tipo 200, 220 D o 230 in versione autoambulanza.

Inserzione pubblicitaria Mercedes-Benz: «Per impieghi speciali – Mercedes-Benz», Mercedes-Benz Tipo 220, 220 D o 230 Autoambulanza, allestimento Miesen

Vista degli esterni di una Mercedes-Benz Tipo 280 o 280 E.

Mercedes-Benz Tipo 280 o 280 E del 1972

Vista anteriore di due Mercedes-Benz 280 e 280 E.

Mercedes-Benz Tipo 280 / 280 E Serie W114

Tutti i particolari sulla “barra otto”

Classic-M@RS (sistema di archiviazione e di ricerca multimediale)

Vista degli esterni di una “barra otto”.

Tutti i particolari sulla “barra otto”

Classic-M@RS (sistema di archiviazione e di ricerca multimediale)

Gli archivi di Mercedes-Benz Classic custodiscono un patrimonio unico: quasi 130 anni di storia dell'automobile.

Gli archivi di Mercedes-Benz Classic custodiscono un patrimonio unico: quasi 130 anni di storia dell'automobile.

Fasi di evoluzione


Evoluzione di Mercedes-Benz Classe E

Fasi di evoluzione


Evoluzione di Mercedes-Benz Classe E

E l'evoluzione continua

Serie 123

Vista degli esterni di una Mercedes-Benz Serie 123.

E l'evoluzione continua

Serie 123

Una serie di modelli completamente riprogettata, che nella sua dotazione tecnica si ispira a Classe S

Una serie di modelli completamente riprogettata, che nella sua dotazione tecnica si ispira a Classe S

Panoramica: la storia di Classe E

Collage Evoluzione di Mercedes-Benz Classe E

Panoramica: la storia di Classe E

Pubblicazione periodica di nuovi dossier sui modelli storici: dal 1931 al 2018