Alle domande più frequenti sulla wallbox sappiamo dare una risposta

Chiunque scelga un modello completamente elettrico o ibrido plug-in di Mercedes-Benz si chiederà dove poter caricare il proprio veicolo. La soluzione più pratica è costituita dalla wallbox, una stazione di ricarica domestica installata in modo fisso. Che cosa serve per installare una wallbox?


29. Giugno 2021

Non posso caricare il mio veicolo elettrico o ibrido plug-in con la presa di corrente domestica?

Certo che puoi. Ma tecnici come Bruno Ziegler, elettricista certificato dell’AEK Elektro AG di Solothurn, lo sconsigliano: «La normale presa domestica non è concepita per fornire energia per diverse ore a pieno carico: potrebbe surriscaldarsi.» Una wallbox non solo ricarica molto più rapidamente, ma è anche più sicura. 

 

Cos’è di fatto una wallbox?

La Wallbox Home Mercedes-Benz è una stazione di ricarica fissa, con una capacità massima di ricarica di 22 kW, che durante la notte ricaricherà al massimo qualsiasi modello di Mercedes-Benz totalmente o parzialmente elettrico. «Si può facilmente calcolare il tempo di ricarica dividendo la capacità della batteria per la potenza di ricarica dell’auto elettrica. Con una wallbox da 11 kW servono pertanto 9 ore circa per ricaricare la batteria da 100 kWh completamente scarica di una Mercedes Benz EQV; con una presa normale ci vorrebbero 43 ore. Di seguito sono elencati i tempi di ricarica di alcuni modelli di Mercedes-Benz:

 

Tempi di ricarica 

 
 

Wallbox*

(10–100 %)

Presa di corrente domestica

(10–100 %)

Modelli completamente elettrici

   

EQA 250 4MATIC

5 ore 45 min

30 ore

EQC 400 4MATIC

7 ore 30 min

42 ore

EQV 300 Long

10 ore 

47 ore

EQS 450+

10 ore

n.a.

     

Modelli ibridi plug-in

   

A 250 e

3 ore 15 min

5 ore 30 min

B 250 e

3 ore 15 min

5 ore 30 min

GLA 250 e

3 ore 15 min

5 ore 30 min

GLC 300 e 4MATIC SUV

1 ore 45 min

6 ore 30 min

GLE 350 e 4MATIC SUV

3 ore 15 min

11 ore 30 min

E 300 de 4MATIC Station Wagon

2 ore 45 min

5 ore


* con una capacità di ricarica di 11 kW

Esistono diversi tipi di wallbox? 

«Esistono varianti semplici, secondo il principio ‹collega e ricarica›, ma anche sistemi intelligenti che possono essere comandati via app. I sistemi semplici costano meno di 1000 franchi, quelli intelligenti fino a 2000», spiega Bruno Ziegler. Molti cantoni, città e comuni forniscono un sostegno finanziario all’installazione di stazioni di ricarica. Qui puoi vederne una panoramica.

Uso della Wallbox Home Mercedes-Benz.

Uso della Wallbox Home Mercedes-Benz.

Uso della Wallbox Home Mercedes-Benz.
Uso della Wallbox Home Mercedes-Benz.
Installazione di una wallbox in un garage sotterraneo. Foto: auto-illustrierte

Installazione di una wallbox in un garage sotterraneo. Foto: auto-illustrierte.

Installazione di una wallbox in un garage sotterraneo.
Installazione di una wallbox in un garage sotterraneo. Foto: auto-illustrierte

Cos’è un Home Check?

Se le domande preliminari hanno ricevuto una risposta positiva, segue un Home Check da parte di uno specialista. «Durante l’Home Check, analizzo l’intera infrastruttura, dall’alimentazione della rete alla connettività (ricezione del telefono cellulare o wi-fi). Registro il numero del contatore di energia per la notificazione dell’installazione e lo comunico alla compagnia elettrica interessata», spiega l’esperto Ziegler. La compagnia gli indica in quale quadro è possibile procedere all’installazione. 

 

Come proprietario di una casa unifamiliare, posso far installare una wallbox senza una licenza di costruzione? 

Certo che puoi. Dopo un Home Check positivo da parte di uno specialista, non vi sono ostacoli all’installazione. Se la distribuzione principale del tuo alloggio per uso proprio si trova vicino al garage (o al tuo parcheggio all’aperto), l’installazione di una wallbox semplice ti costerà meno di 2000 franchi. 

 

Cosa devo fare se sono un inquilino?

Per installare una wallbox ti serve il consenso del locatore, che decide se puoi installare una stazione di ricarica domestica. Anche se il locatore accetta l’installazione, non significa che ne sosterrà i costi. Per evitare lo smantellamento della wallbox alla fine del periodo di locazione dovresti avere una dichiarazione di consenso scritta del locatore. Se il locatore si assume i costi di installazione, può rivalersi sulla pigione. 

 

Com’è la situazione nel caso di una comunità di comproprietari di un garage sotterraneo? 

Se lasci il tuo veicolo in un garage sotterraneo condiviso con diversi proprietari, è necessario il consenso della comunità di comproprietari. In un opuscolo sull’argomento, l’Associazione Svizzera dei Proprietari Fondiari afferma che: «Sia il parcheggio sia tutte le linee, gli impianti e i collegamenti appartengono alla comunità di comproprietari. L’intervento nella comproprietà può avvenire solo con il consenso della comunità di comproprietari.»

 

Qual è il numero massimo di stazioni di ricarica che possono essere collegate a un impianto di distribuzione domestica? 

Se occorre installare diverse wallbox in un garage, lo specialista Ziegler posa un cavo a nastro nel locale a cui sono collegate le varie stazioni di ricarica. «Un sistema centrale e intelligente di gestione del carico può controllare fino a 30 stazioni.»

 

Come ci si deve immaginare l’installazione di una wallbox?

Si installa una nuova linea di alimentazione dalla distribuzione principale, che normalmente si trova in cantina, fino alla wallbox. A seconda dell’infrastruttura, quest’operazione può risultare semplice o complicata. «Laddove possibile, si evitano interventi sulla facciata. I cavi cerco di farli passare per le canaline esistenti o attraverso pozzi di luce o altre vie nascoste», spiega Bruno Ziegler.

Bruno Ziegler, elettricista certificato

   

Bruno Ziegler, elettricista certificato di Zuchwil, si è specializzato otto anni fa in elettromobilità e ha già installato centinaia di stazioni di ricarica, che continuano ad aumentare: «l’anno scorso il numero di richieste è cresciuto del 50 %, quest’anno siamo già al 100 %. In questo periodo ricevo ogni giorno due o tre richieste d’installazione di una wallbox.»