Un concentrato di competenza: un factotum per tutto l'anno.

Massimo spettro di potenza.

Il porta-attrezzi Unimog si è più che meritata la sua fama di "infaticabile forza lavoro", visto che svolge egregiamente il suo lavoro nelle discipline più svariate e per 365 giorni all'anno. L'Unimog dispone infatti di quattro zone d'attacco e di montaggio. L'alimentazione di energia idraulica, meccanica ed elettrica degli attrezzi rende il lavoro particolarmente flessibile e offre la potenza giusta per le innumerevoli mansioni possibili.

Efficienza per il futuro.

L'Unimog porta con sé tante soluzioni innovative che aumentano l'efficienza e riducono nettamente le emissioni. Questo veicolo è sinonimo di sostenibilità, ecocompatibilità, riduzione delle emissioni di CO2 e basso consumo di carburante. Tutto questo grazie alla conformità alla norma sui gas di scarico Euro VI come pure alla catena cinematica, progettata in modo specifico per l'Unimog e dotata di motori diesel avanzatissimi e di un cambio potente, e agli assi dimensionati per carichi elevati.

Un posto di lavoro molto ambito.

L'Unimog porta-attrezzi è compatto e maneggevole come nessun altro: i passi corti, a partire da 2.800 mm, il piccolo diametro di volta e l'asse sterzante posteriore supplementare, disponibile a richiesta, agevolano le manovre anche negli spazi più ristretti. Intuitività dei comandi ed ergonomia sono i grandi punti di forza di una cabina di guida moderna, che è stata progettata accogliendo numerose richieste di perfezionamento degli utenti. La comoda posizione del sedile a valle dell'asse anteriore, la facilità di azionamento degli attrezzi con il joystick multifunzione e la rapidità di impostazione delle funzioni del veicolo nella nuova strumentazione sono solo alcuni esempi dei miglioramenti apportati all'Unimog porta-attrezzi sul fronte della sicurezza e del comfort.

Tecnologia di propulsione innovativa

Un'altra particolarità degna di nota è la trazione sinergica EasyDrive, che coniuga le prerogative di un cambio manuale, per viaggiare a basso consumo fino a 90 km/h, con quelle di una trazione idrostatica continua. Il vantaggio: la velocità di lavoro si regola da 0 a 50 km/h in modo continuo, indipendentemente dal regime del motore, e viene mantenuta con la funzione Tempomat. Inoltre il conducente può passare a sua discrezione dalla trazione continua a quella meccanica e viceversa, sia nei trasferimenti tra i punti d'intervento sia nelle manovre.